lunedì 3 marzo 2014

Chi ben comincia... #10


Chi ben comincia è una rubrica a cadenza settimanale -anche se io sono un po' lunatica e a volte salto sorvolo la questione ordine- ideata da Alessia del blog Il profumo dei libri, e consiste nel condividere con voi lettori le prime righe dell'incipit di un romanzo che ho letto/sto leggendo/leggerò per indirizzarvi positivamente o meno verso la lettura in questione.

Non sono morta! *sospira* O almeno, non esattamente, solo terribilmente sommersa da una scuola-maledetta-che-blocca-le-mie-letture-a-forza-di-compiti. Sono vagamente stanca e bisognosa di un libro su cui buttarmi, e grazie ad una splendida reading chain ideata da Frannie, la mia "scelta" è ricaduta su Fangirl di Rainbow Rowell. E non vi nasconderò che questo libro è tanto bello e coinvolgente, quanto il preciso specchio della mia vita. Tutte le fangirl, in un modo o nell'altro, possono rispecchiarsi in Cath -tutte le fangirl alle prese con nuove esperienze, personaggi del cuore e fan fiction da scrivere! Qui sotto vi riporto la mia traduzione (citate se prendete) del "prologo" e di parte del primo capitolo. Curiosi?

Fangirl
di Rainbow Rowell

La serie di Simon Snow
Da Encyclowikia, l'enciclopedia della gente

Questo articolo riguarda una serie di libri per ragazzi. Per gli altri utenti, cliccare Simon Snow (disambiguazione).

Simon Snow è una serie di sette libri fantasy scritta dalla filologa inglese Gemma T. Leslie. I libri raccontano la storia di Simon Snow, un undicenne orfano dal Lancashire che è stato reclutato per frequentare la Scuola di Magia di Watford al fine di diventare un mago. Crescendo, Simon si unisce a un gruppo di maghi - i Mage - che combattono contro Insidious Humdrum, un essere malvagio che sta cercando di eliminare il mondo magico.

Dalla pubblicazione di Simon Snow e l'Erede dei Mage nel 2001, i libri sono stati tradotti in 53 lingue e, fino all'Agosto 2011, hanno venduto più di 380 milioni di copie.

Leslie è stata criticata per la violenza della serie e per aver creato un eroe che a volte è egoista e ha un cattivo carattere. Una scena di esorcismo nel quarto libro, Simon Snow e le Quattro Selkie, ha fomentato boicottaggi fra il gruppo Cristiano Americano nel 2008. Ma i libri sono ampiamente considerati dei classici moderni, e nel 2010, la rivista Time ha chiamato Simon "il più grande personaggio bambino della letteratura dopo Huckleberry Finn."

Un ottavo libro, l'ultimo della serie, uscirà il 1° Maggio 2012.

La serie
Simon Snow e l'Erede dei Mage, 2001
Simon Snow e il Secondo Serpente, 2003
Simon Snow e la Terza Porta, 2004
Simon Snow e le Quattro Selkie, 2007
Simon Snow e le Cinque Lame, 2008
Simon Snow e le Sei Lepri Bianche, 2009
Simon Snow e la Settima Quercia, 2010
Simon Snow e l'Ottava Danza, pubblicazione prevista il 1° Maggio 2012

UNO
C'era un ragazzo nella sua stanza.
Cath guardò in alto verso il numero dipinto sulla porta, poi in basso al foglio su cui era scritto il numero della camera che le avevano assegnato nelle sue mani.
Pound Hall, 913.
Quella era sicuramente la stanza 913 ma forse non era Pound Hall - tutti quei dormitori sembravano uguali, come le case di riposo per gli anziani. Forse Cath avrebbe dovuto raggiungere suo padre prima che avesse scaricato il resto dei suoi bagagli.
"Tu devi essere Cather," disse il ragazzo, sogghignando e offrendo la sua mano.
"Cath," disse, sentendo qualcosa rimbalzarle nello stomaco in preda al panico. Ignorò la sua mano. (Stava tenendo una scatola comunque, cosa si aspettava da lei?)
Questo era un errore - questo doveva essere un errore. Sapeva che il Pound era un dormitorio misto... c'era anche qualcosa come stanze miste?
Il ragazzo prese la scatola dalle sue mani e la posò su un letto vuoto. Il letto dall'altra parte della stanza era già coperto da vestiti e scatole.
"Hai altre cose di sotto?" domandò. "Noi abbiamo appena finito. Penso che andremo a prendere un hamburger ora; vuoi venire a prendere un hamburger? Sei già stata da Pear's? Hamburger grandi quanto il tuo pugno." Prese il suo braccio. Lei deglutì. "Fai un pugno," disse.
Cath lo fece.
"Più grande del tuo pugno," disse il ragazzo, lasciandole la mano e prendendo lo zaino che lei aveva lasciato fuori la porta. "Hai altre scatole? Devi avere più scatole. Hai fame?"
Era alto e magro e abbronzato, e sembrava come se si fosse appena tolto un berretto, con i capelli biondo scuro che puntavano in ogni direzione. Cath guardò di nuovo in basso verso il foglio d'assegnazione. Questo era Reagan?
"Reagan!" disse allegro il ragazzo. "Guarda, la tua compagna di stanza è qui!"

Vi dirò, per un momento ho davvero pensato che fosse lui il compagno di stanza della nostra Cath. Poi ho pensato che Reagan fosse un maschio. Insomma, cercavo già qualcuno con cui shipparla, ecco, e sono contenta di averlo adesso *sorriso ampio*. Mi è piaciuta moltissimo l'idea della pagina informativa nel prologo, dove l'autrice parla di questa serie fittizia e chiaramente ispirata ad Harry Potter -la Rowell è un genio, vi dirò. Attira subito l'attenzione, e i pezzi dei vari libri sparsi fra un capitolo e l'altro fanno venir voglia di conoscere meglio Simon e il resto dei personaggi. Ci penserà Cath, con la sua devozione e il suo amore per i libri di G.T. Leslie, a parlarcene, scrivere di loro, fangirlare e sostenere il proprio fandom come facciamo noi ogni giorno. E' catartico, in un certo senso. Insomma, da leggere. Presto. Fatelo. Go lettori!

12 commenti:

  1. se non fosse on inglese lo leggerei stravolentieri...a proposito..lo dico sempre ma non posso farne a meno: bel post!!!
    P.S. HO INCOMINCIATO LE ORIGINI, L'ANGELO,DI SHADOWHUNTERS

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero proprio che lo pubblichino qui da noi :') Grazie Traecy!
      Ps. Okay ragazza, buona fortuna, ne avrai bisogno!

      Elimina
    2. Ohh...grazie bliss!! Di tutto

      Elimina
  2. Ho scovato questo libro non molto tempo fa sul blog di Isabella e mi aveva subito attratta. Uffa però! Adesso sono ancora più curiosa! Devo procurarmelo al più presto!
    Comunque anche io lì per lì ero straconvinta che fosse lui il suo compagno di stanza XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' davvero particolare, e mi sta piacendo da morire! C'è da dire che la Rowell è riuscita perfettamente a inserire nel libro ciò che fa di una ragazza un fangirl, e al contempo mostrare tutte quelle cose che invece fanno parte della vita reale, se vogliamo chiamarla così. Un parallelismo magistrale e intrigante! :D
      Ahahahaah avrei tanto voluto fosse così xD

      Elimina
  3. Questo libro ispira tanto anche me essendo io stessa un fangirl. Sai qualcosa sulla data di uscita in italia o mi consigli comunque di leggerlo in inglese?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' davvero bellissimo e particolare, e da fangirl a fangirl ti dico che vale davvero la pena leggerlo in inglese -di una possibile uscita italiana, ahimè, non si sa nulla :c

      Elimina
    2. Allora lo metterò nella lista dei libri da leggere quest'anno. Sempre se sopravvivo a COHF eheheh.
      Grazie.

      Elimina
    3. Ahahah chissà se io sopravviverò... probabilmente no xD
      Di nulla c:

      Elimina

Ti è piaciuto il mio post? Daaaai, lascia un commento, sarei davvero contenta di sapere che ne pensi! *^*