martedì 13 novembre 2012

Recensione in anteprima: Crossed. La fuga di Ally Condie.

Attendevo l'uscita di Crossed col cuore in gola. Dopo Matched, un distopico che fa venire quel genere di brividi deliziosi e terrificanti lungo le braccia, che ti impedisce di distogliere l'attenzione dalla storia anche solo per un attimo, che ti fa palpitare il cuore come se ogni battito costasse una fatica enorme, avere il sequel fra le mani è emozione solidificata. Voi siete pronti per leggerlo?



Crossed. La fuga
Ally Condie
Fazi
341 pagine
In uscita 16 Novembre 2012
14,90€
Voto: 4 Stelle e ½!

Una storia di fantascienza, amore e libertà, narrata dal punto di vista di entrambi i protagonisti: Cassia e Ky.
Rincorrendo un futuro incerto, Cassia si ritrova nelle Provincie Esterne, alla ricerca di Ky, catturato dalla Società e destinato a morte certa, solo per scoprire che è fuggito attraverso i pericolosi e imponenti Canyon che confinano con la Società. In questo mondo di frontiera Cassia trova tracce di una vita differente e l’affascinante promessa di una ribellione.
Sebbene abbia sacrificato tutto per ritrovare Ky, ingegnose sorprese inviate da Xander potrebbero cambiare di nuovo le carte in tavola.


La mia Recensione.

No, un attimo. Più che "La mia Recensione" dovrei descrivere "La mia Reazione". Meglio, ve la mostro!

La cosa bellissima di Crossed è che il POV è doppio, si alterna fra quello di Cassia e quello di Ky. E non potevo di certo rimanere impassibile di fronte a quell'intenso miscuglio di dolore e fatica e forza di volontà e speranza che leggevo nei pensieri di entrambi, il non volersi arrendere per nulla al mondo. Perciò si, questa è stata la mia prima reazione. Il cedimento di una diga avrebbe fatto meno danni, a confronto. Dunque.

A Cassia e alla sua famiglia, se ben ricordate, è stato imposto un Ricollocamento nelle Terre Agricole, cosa che le dava la possibilità di avvicinarsi un pò di più al luogo in cui i Funzionari avevano condotto Ky. Ovviamente Cassia non sa dove si trova, ma allontanarsi dal suo Distretto e viaggiare fra le Terre Agricole rendeva più facile la ricerca. Sapeva bene che ciò che diceva la Società erano sono menzogne, che Ky non era stato scelto per un lavoro migliore, ma per abitare i piccoli villaggi nelle Province Esterne così da attirare il Nemico e abbatterlo. Col rischio di morire. Ogni giorno. E Crossed si apre proprio con questo scenario. Ky che sotterra l'ennesimo caduto insieme al compagni Vick e Cassia che torna dall'ultimo giorno di lavoro nella città in cui si trova temporaneamente, pronta per il trasferimento verso l'ultimo contingente prima di ottenere il suo impiego fisso a Central, la più grande città della Società. Nessuno dei due, però, abbandona il ricordo dell'altro. E Cassia sa che, se vuole scappare per andare cercarlo, deve agire al più presto. Rivedere Xavier, in modo inaspettato, la accende di una gioia che credeva persa e l'appuntamento che hanno nella cittadina in cui Cassia si trova le procura un'indizio, una traccia da seguire e in cui credere, perchè corrisponde a quella datale dal nonno poco prima di morire. Deve trovare il Pilota, il capo del gruppo dei ribelli, chiamato Insorgenza, e riportare alla luce gli oscuri segreti della Società. E capisce che è il momento di agire.

Trasferita anche lei nelle Province Esterne con le altre ragazze, e con una di queste, Indie, stipulerà una sorta di amicizia-alleanza, la speranza di trovare Ky sembra aumentare nel momento in cui scopre che è fuggito ai bombardamenti con un'amico, in mezzo ai canyon e alle rocce rosse dell'Intaglio. E allora, insieme alla compagna e ad un ragazzo che le scorta fin lì, fugge anche lei. Corre fra le braccia dell'ignoto, attaccata solo al suo forte desiderio di ritrovare Ky, di star facendo la cosa giusta, di non sbagliare, perchè ciò le costerebbe la vita. Vuole crederci. E quando si ritrovano capisce che ogni singola preghiera non è stata vana. Il loro incontro, tanto desiderato e agognato fin dalla fine di Matched, mi ha fatto sospirare non solo di sollievo, ma anche di gioia e affetto. Dopo tutti gli ostacoli e i problemi e gli impedimento loro imposti, ditemi, cosa può considerarsi più emozionante di un'amore che non ha mai dubitato di se stesso e che urla ai quattro eventi la sua intensità col più assordante dei silenzi, riempito solo da sussurri, gesti e poesie? Avevo i lacrimoni! Ero disperatamente entusiasta! Beh, si, disperata solo perchè so che, per leggere il lieto fine, dovrò aspettare ancora.

Ky, Cassia, Indie ed Eli, un bambino altrimenti condannato a morire se Ky non lo avesse sottratto ai bombardamenti, cominciano a portare a galla alcune importanti questione riguardanti la Società e l'Insorgenza, cercando la via di fuga in una scelta che potrebbe condurli nella giusta direzione. Ma se certe cose vengono alla luce perché cercate e volute, altre vengono spinte più sotto, celate, nascoste, come fa Indie, di cui ho sospettato per buona parte del libro, fino ai capitoli finali. Come fanno Ky e Xander. E' stato più il pensiero di loro due che nascondevano qualcosa a diventare un tarlo insistente che non ha voluto mettersi da parte nemmeno per un istante. Scoprirlo, poi, è stato un colpo al cuore, che si è portato dietro tutte le più svagate ipotesi che la mia mente potesse partorire alla luce di quella rivelazione. L'illuminazione è arrivata qualche capitolo prima che venisse svelato, anche se avevo seriamente pensato di star correndo troppo con la mia voglia di prevedere i fatti, ma leggerlo nero su bianco mi ha lasciata trepidante, vogliosa di leggere ancora più velocemente e al contempo senza perdermi nessun dettaglio.


Crossed è una sorta di intermezzo, il ponte di collegamento fra il primo e l'ultimo libro, dove le domande prendono forma e le risposte sono ancora troppo sbiadite per sembrare vere. Mostra toni più misteriosi e accurati di Matched, che col suo perfetto stile introduttivo mi aveva presentato un mondo alternativo davvero unico, interamente da scoprire. Qui, le storie sono due, eppure è una sola. Due tracce che si intrecciano fra loro, che mi hanno ricordato per tutta la lettura che non stavo solo scoprendo quanto l'amore fra Cassia e Ky fosse intenso e solido, ma anche analizzando e cercando di interpretare le mosse di una Società tanto rigida nell'organizzazione e nel controllo quanto misteriosa, sbagliata e sempre più crepata e piena di difetti. E mentre mi ritrovavo a chiedermi perchè odiano così tanto le Aberrazioni? Può esserci qualcos'altro, oltre il rigore del controllo assoluto e il poco credibile interesse verso i propri cittadini, a spingere la Società ad agire in questo modo?, ho imparato a fare mie una dietro l'altra le lezioni sui valori e le cose veramente importanti che questi meravigliosi personaggi andavano narrando con le loro gesta.

Un libro vero, di carattere, che sa come differenziarsi dagli altri, dove viene esaltata l'importanza delle parole come via di salvezza, di comunicazione segreta, di riconoscimento e di ribellione verso una Società che costringe tutti a pensare nello stesso modo, controllandoli e privandoli della libertà che dovrebbe essere un diritto per ogni cittadino. Finchè esistono le parole, finché tutti ricordano che c'è sempre un'altra scelta, allora nulla può essere davvero perduto. 

E tutto sta lì, nello scegliere, nel capire qual è alternativa per individuare la giusta direzione. E' questa l'emozione più intensa in assoluto. L'essere consapevoli che nessuno può essere costretto a fare qualcosa per un potere maggiore, perchè ci sarà sempre qualcuno che si ribella, qualcuno che dice NO alla pensiero in multiproprietà di popolazioni intere, qualcuno che vuole lottare per ideali veri, che vanno il semplice desiderio di controllo.
E' ribellarsi.
E' essere liberi.
E' scegliere.
E non solo all'interno della Società, ma anche nei singoli rapporti. Ho parlato di tracce intrecciate proprio perchè, nonostante tutti, le difficoltà della Società sono quelle presenti anche dentro i personaggi. Solo che, al contrario di questi, la Società impone un'unica scelta come giusta, facile, semplice da seguire, corretta, quando invece non lo è. Si dice se ami qualcuno, lascialo libero. E credo che libero voglia dire soprattutto libero di prendere le proprie scelte. 
La scelta tra il desiderio di proteggerla e quello di lasciarla libera di fare ciò che sente, ad esempio, spinge Ky a tacere, a non dirle niente, e questo si riflette su Cassia, che scopre comunque parte della verità, poiché anche per lei giunge l'ora di prendere una scelta. Su quale forma di ribellione vale la pena puntare ogni cosa? Cosa nascondono Ky e Xander? 

L'ho amato, adorato, desiderato, divorato, mi ha fatto disperare e piangere e ridere e battere forte il cuore come neanche Matched c'era riuscito. Amo Ky, amo Cassia, amo Xander e ogni nuovo personaggio incontrato qui, perchè la loro personalità è viva e pulsa di voglia di creare, di fare, di essere! Separazioni e abbracci di arrivederci, sorrisi e lacrime dopo essersi ritrovati, la fatica e il dolore e la gioia di aver trovato il posto giusto in un clima dove ogni giorno può essere l'ultimo, dove non sai mai chi ti sta guardando e che pericoli corri davvero. Correre, scappare, fermarsi, respirare, guardare, ascoltare, piangere, ridere, insomma... non manca niente, ne per il lettore ne per i personaggi. Il solo pensiero che un'altro probabile anno mi separa da Reached... e che il finale mi abbia lasciata interdetta così mi fa pensare che probabilmente perderò la testa prima a furia di fare ipotesi. La domanda è: Chi? E lascio a voi il piacere di scoprire cosa vuol dire e a chi è rivolta. 

8 commenti:

  1. Lo vogliooooo!!!! D: Matched l'avevo divorato, ora lo sto rileggendo con estrema calma per la Matched read-along...appena finisce compro Crossed e lo divoro!!!xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava ragazza mia! Ripassa Matched alla grande e tuffati in Crossed, però portati la bombola dell'ossigeno perchè riemergerai solo a fine lettura! Niente aria per ore?? O.O meglio di no ;)

      Elimina
  2. L'ho adorato, desiderato e divorato proprio come te *-*
    LOL Chi? Eh bella domanda XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo destinate a farci completamente manovrare da questi libri!
      Eeeeh, appunto! Ho fatto le mie ipotesi, ma tanto vale mettere a tacere il cervello o strapparmi i capelli, perchè dovremo attendere Reached!

      Elimina
  3. ti è proprio piaciuto questo seguito!!!! io sto leggendo Matched e mi sto innamorando dei protagonisti non vedo l'ora di avere tutti e tre i volumi riuniti con le loro stupende copertine!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, moltissimo! A chi lo dici, aspettare Reached sarà un'agonia! E le copertine sono davvero molto belle, non se ne trovano in giro di così semplici ma al tempo stesso particolare e piene di significato!

      Elimina
  4. NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO Bliss! Lo voglio e subito pure *_* meno male che domani esce... un giorno in più e non resistevo ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si Chiara, resisti! Manca poco ormai! Lo adorerai! :D

      Elimina

Ti è piaciuto il mio post? Daaaai, lascia un commento, sarei davvero contenta di sapere che ne pensi! *^*