mercoledì 3 luglio 2013

Speciale Reached conclusione: estratti dal libro! - Tappa #6

Buon pomeriggio lettori, siamo arrivati all'ultimo post dello Speciale Reached! Con questa tappa, infatti, il breve percorso alla riscoperta della trilogia distopica Matched trova finalmente la sua conclusione -lo so, non mi sopportavate più!-, e questo vuol dire che a breve scoprirete chi vincerà la copia cartacea del romanzo!



Ricapitoliamo un attimo, va bene?

-Post Introduttivo (18 Giugno) qui
-Anteprima Reached - L'arrivo di Ally Condie (20 Giugno) qui
-Tappa recap Matched (24 Giugno) qui
-Tappa quiz il dilemma della scelta Matched (27 giugno) qui
-Tappa recap Crossed (29 Giugno) qui
-Tappa Recensione (1 Luglio) qui
-Post conclusivo (3 Luglio) in corso

L'INIZIATIVA FINIRA' IL 6 LUGLIO. DOPO DI CHE INVIERO' AL VINCITORE UN'EMAIL IN CUI GLI VERRANNO RICHIESTI I DATI PER INVIARE IL LIBRO.
PER QUESTO MOTIVO, INSIEME AL COMMENTO DI OGGI, DOVRETE SCRIVERMI ANCHE LA VOSTRA EMAIL.

Dunque, in questo post ho scelto per voi delle bellissime citazioni dal romanzo, piccole anticipazioni per gustarvi un po' questi meravigliosi personaggi prima di cedere alla lettura. Alcune vi faranno venir voglia di avere il libro subito, io stessa mentre leggevo non riuscivo a star ferma sul divano! Okay, smetto di chiacchierare e vi lascio questi brevi estratti!

Per un istante sono tentata di rimanere qui, nascosta tra il dedalo di stanze e scaffali. Potrei salire in superficie, raccogliere un po' di carta e del cibo, non sarebbe sufficiente per sopravvivere? Potrei scrivere storie. Nascondermi dal mondo e farne uno mio invece di cercare di cambiarlo o viverci. Potrei scrivere persone di carta e amerei anche loro. Potrei renderle quasi reali.
In una storia, puoi tornare alla prima pagina e ricominciare dall'inizio e tutti vivono ancora.
Non funziona così nella vita reale. E io amo le mie persone vere prima di tutto. Bram. Mia madre. Mio padre. Ky. Xander.
C'è qualcuno di cui posso fidarmi?
Si. Della mia famiglia, ovviamente.
Ky.
Xander.
Nessuno di noi tradirebbe l'altro.
-

La mia inquietudine aumenta. Tengo gli occhi sul pannello di controllo, combattendo la necessità di voltarmi verso Indie. Perché c'è un muro intorno al centro di Camas City? E Indie e io non siamo mai stati accoppiati per volare insieme. Perché ora?
E' questo che Cassia e Xander hanno provato quando sono stati Abbinati? Non può essere. Tutte le probabilità sono contro questa cosa. E allora com'è possibile che stia accadendo?
I pensieri di Indie corrono nella stessa direzione dei miei. «L'Insorgenza ci ha Abbinati», dice. E allora, mentre Camas City sparisce sotto di noi, si avvicina e sussurra. «Questa non è un'esercitazione», dice. «E' l'inizio».
Credo che abbia ragione.
-

Non so se posso farlo, penso.
Cos'è che non puoi fare, Xander, chiedo a me stesso.
Non posso continuare.
Non sei nemmeno inerte, Devi muoverti.
Faccio la cosa giusta. Non mi arrendo. Lo faccio col sorriso stampato in faccia. Ho sempre creduto di essere una brava persona.
E se non fosse così?
-

Spero in questo più che in ogni altra cosa, forse anche più che nella mia felicità.
E forse, in qualche modo, significa che amo Xander più di ogni altra cosa.
-

Devo essere cauto. Indossare una maschera, rimanere lontano dalla stiva, tenere le distanze da Cassia, ma almeno, posso vederla. Troppo bello per essere, vero dice una voce dentro di me. Tu e Cassia, volare insieme, proprio come avevi immaginato? Le cose non accadono così.
Se lasci entrare la speranza, quella ti invade. Si ciba delle tue interiora, usa le ossa per crescere. Alla fine diventa ciò di cui sono fatte le tue ossa, ciò che ti tiene insieme. Ti tiene su finché non sai più come vivere senza. Mandarla via significherebbe ucciderti completamente.
-

I Funzionari attendono così vicino al vetro che vedo con chiarezza il distintivo circolare cucito sulla tasca destra dell'uniforme del più giovane. Il cerchio è di un rosso acceso e assomiglia a una goccia di sangue.
Sorrido e anche lui sorride. Perché quel Funzionario sono io.
-

Per un fragile momento esitante, voglio lasciarmi indietro questa missione impossibile, lasciare che i numeri cadano dove capiti e correre nell'angusta stanza dove giace Ky e stingerlo, noi, insieme, tra le montagne, adesso, dopo aver attraversato i canyon.
Questo può succedere, mi dico. Non subito però. Come il viaggio nella poesia Non ti ho raggiunto:

Camminiamo come Felpa, sostiamo come neve
Le acque mormorano nuove,
Tre fiumi e la Collina son passati,
Due deserti e il Mare!
Ora la Morte usurpa il mio Premio
E si prende il guardarti...


Ma riscriverò gli ultimi due versi. La morte non si prenderà coloro che amo. Il nostro viaggio finirà diversamente.

E' molto semplice, riconoscere a chi appartengono i singoli pezzi, vero? Ci sono piccoli indizi in ognuno, oltre che nomi che permettono di escludere uno o più dei tre e identificarne l'autore.
Per questo non vi chiederò solo a chi appartiene ogni estratto, ma cosa ne pensate? 
Fate così: scegliete quello che vi ha colpito di più e ditemi il perché. Cosa pensate stia succedendo attorno a quel pezzo?
Ricordate che l'iniziativa scade il 6 Luglio, 
e di inserire anche la vostra email nel commento!!

8 commenti:

  1. Si capisce subito a chi appartengono queste citazioni: quelle rosse sono di Cassia, quelle blu di Ky e quelle verdi di Xander. Mi hanno colpito molto le citazioni di Ky perché proprio come in Crossed, si percepisce , dalle parole che usa, che Ky è tormentato, insicuro, non ha fiducia in nessuno perché tutti l'hanno sempre escuso, deluso o abbandonato nella vita, non riesce a dare fiducia nemmeno a Cassia che lo ama tanto. Pensa di non meritare nulla e per questo nemmeno l'amore della sua amata."Se lasci entrare la speranza, quella ti invade. Si ciba delle tue interiora, usa le ossa per crescere. Alla fine diventa ciò di cui sono fatte le tue ossa, ciò che ti tiene insieme. Ti tiene su finché non sai più come vivere senza. Mandarla via significherebbe ucciderti completamente", dice. Quando ho letto queste frasi mi è venuto subito in mente che potrebbero essere intese in modo positivo. La speranza è qualcosa che si radica dentro di noi e che ci aiuta sempre ad andare avanti. Ma non qui, non per KY. Per Ky la speranza è qualcosa che divora lentamente l'anima e che una volta che si è insediata nel nostro corpo non ci lascia più andare e continua a darci false illusioni. Perché per Ky la vita è un po' questo: una continua illusione di poter raggiungere la felicità. Ogni volta che Ky è riuscito ad avere un po' di serenità, il destino e la vita gliel'hanno portata via.
    Spero davvero che in Reached Ky riesca a trovare un po' di pace interiore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  2. Uhh, è l'ultimo post!! Il tempo vola o.O
    Sono convinta che le citazioni rosse appartengono a Cassia, quelle blue di Ky e infine quelle verdi a Xander. La citazione che più mi ha colpito è proprio una di quest'ultimo: "Non so se posso farlo, penso.
    Cos'è che non puoi fare, Xander, chiedo a me stesso.
    Non posso continuare.
    Non sei nemmeno inerte, Devi muoverti.
    Faccio la cosa giusta. Non mi arrendo. Lo faccio col sorriso stampato in faccia. Ho sempre creduto di essere una brava persona.
    E se non fosse così?"
    Sono certa che Xander si trova davanti ad una scelta che non vuole compiere, potrà anche far parte dell'Insorgenza ed essere guidato da essa ma egli è un individuo con una propria coscienza. Ed è proprio questa coscienza che lo porta a dubitare di essere una brava persona. Vale la pena andare contro i propri principi per raggiungere un fine? Non conosco il contesto ma temo che in una situazione del genere Xander possa perdere sè stesso e trascinare con sè i suoi amici.
    Mi sono piaciute molto anche le altre citazioni, mi piace molto il punto di vista di Foreigner.. è una bella analisi della citazione di Ky.
    Detto questo, Bliss, grazie per quest'opportunità! Incrocio le dita :D
    La mia mail è anna_t91@hotmail.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Anna! Sulla citazione di Xander la penso esattamente come te. Ho davvero paura delle decisioni che potrebbe prendere in Reached. In Crossed ho capito che in realtà non ho mai visto veramente Xander. Se devo essere sincera lo vedevo più come una pedina della società, un individuo manipolabile e prevedibile. Con il seguito di Matched ho capito che da Xander potremmo aspettarci di tutto.

      Elimina
  3. La citazione che ho preferito è la numero cinque. Perché proprio quella? Beh semplicemente perché rende bene l'idea di come un sentimento cresca dentro fino a farne parte completamente in simbiosi. Penseresti mai di poter vivere senza ossa? La risposta è no, quindi capisci che allo stesso modo non penseresti mai di poter vivere senza di quella speranza, di quell'amore che si è insinuato fino ad aderire nel più profondo dell'anima.
    La mia mail è ruggiero.giorgia90@gmail.com

    RispondiElimina
  4. OMG OMG "Spero in questo più che in ogni altra cosa, forse anche più che nella mia felicità.
    E forse, in qualche modo, significa che amo Xander più di ogni altra cosa."

    O_O
    Odddiooo *PANIC*
    Ma riscriverò gli ultimi due versi. La morte non si prenderà coloro che amo. Il nostro viaggio finirà diversamente.
    OMGGGG D: *PANIC ANCORA*

    Ok u.u *PANIC* D:
    Adesso sto morendo di curiosità ancora di più D: oh god! Benedetta Bliss con questi estratti ahahah XD
    Non ce la posso fare XD datemi il libroooo XD
    Ok mi calmo... No D: non ci riesco D:

    Btw ti ringrazio per aver creato l'iniziativa e per la splendida opportunità di vincere il libro :)
    Sei stata davvero grandiosa a intrattenerci nell'attesa!
    La mia mail: readingisbelieving@live.com

    Che poi si è capito bene quando esce?! La Fazi aveva detto che doveva uscire l'11 ma ho sentito che Amazon diceva che doveva uscire prima... *me confusa*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ok ho appena letto che esce oggi :P
      Io mi sa che fino a fine mese non riesco a prenderlo :/ che ansia l'attesa!

      Elimina
  5. E’ molto facile intuire di chi sono le citazioni, ovviamente quelle rosse sono di Cassia, quelle blu di Ky e quelle verdi di Xander. Tutte le citazioni che hai messo sono molto belle e davvero d’effetto. Quelle di Cassia, devo dire la verità, mi mettono abbastanza ansia :S Più le leggo più nella mia testa entra un’idea. Spero proprio di sbagliarmi >.< Nelle citazioni di Xander ho trovato un personaggio nettamente diverso dal primo libro, sarà perché nel secondo non ha avuto molto spazio ma il suo cambiamento è più evidente in lui che negli altri personaggi (dove c’è stato un cambiamento graduale). Ky lo vedo pieno di dubbi, non riesce ancora a fidarsi pienamente degli altri e addirittura vede la speranza come una cosa negativa che, cito testualmente: “Si ciba delle tue interiora, usa le ossa per crescere. Alla fine diventa ciò di cui sono fatte le tue ossa, ciò che ti tiene insieme. Ti tiene su finché non sai più come vivere senza”. Spero veramente che in questo libro riesca a ritornare in pace con se stesso e con gli altri. La citazione che mi ha più colpito è stata l’ultima di Cassia. Mi ha più inquietato che colpito, non so cosa sia successo ma sicuramente niente di buono :S Spero veramente ci sia un happy ending in questo libro (anche se, con questo tipo di libri si deve andare cauti, non si può mai sapere ;))
    La mia mail: alessialongobardi@hotmail.it

    RispondiElimina

Ti è piaciuto il mio post? Daaaai, lascia un commento, sarei davvero contenta di sapere che ne pensi! *^*