mercoledì 2 luglio 2014

TMI Blogtour - Aspettando Città del Fuoco Celeste - Tappa #5


E siamo arrivati alla tappa numero cinque. Come sta volando il tempo, eh?! Manca meno di una settimana, dopo di che potremo stringere fra le mani la nostra copia di CoHF in italiano. Eh già! Non è che avendola letta in inglese mi asterrò dal prenderla in italiano *fa l'occhiolino*
Ma concentriamoci sul contenuto di questa tappa. Il titolo, conoscendomi, poteva essere un po' vago. Personaggi e ship? In effetti, serve una certa voglia di fangirlare per scrivere un post simile. Dite che sarò all'altezza? *nella sua mente si alza un coro di siii*
Come vi hanno mostrato le mie bravissime compagne nei post precedenti, da quello che è stato Città di Ossa ad ora ne abbiamo viste davvero di tutti i colori. Non posso credere ancora che siamo giunti alla fine, anche se è ormai qualche giorno che ho finito il libro. Distrarmi non è facile, ma si fa quel che si può, no? E comunque, in qualche modo, ciò che la Clare ha creato sarà sempre con noi, non importa se siamo arrivati ad un altro traguardo... o almeno, sto cercando di abituarmi a questo pensiero. E oltre alla fantastica trama, oltre agli splendidi paesaggi, ai marchingegni complicati, alle epiche battaglie e ai non meno eccezionali scontri a parole, Shadowhunters è una serie ricca di personaggi incredibilmente complessi, pieni di vita, ognuno con un proprio arco narrativo, indipendente e al contempo indispensabilmente legato agi altri. Questa sarà la tappa in cui li ritroveremo uno per uno... e impazziremo sulle coppie che ci hanno rubato il cuore!

Personaggi

«Hai presente? Piccolina, capelli rossi, brutto carattere

Ce l'abbiamo presente, vero? E' stata lei, con la sua falsa timidezza, la sua sfrontatezza ed il suo coraggio avventato, la prima ad entrare (e farci entrare) nel Mondo Invisibile. Ricordo come se fosse ieri il giorno in cui strinsi per la prima volta la mia copia di CoB e, con Clary, inseguì un gruppo di strani e sospetti individui dentro un magazzino in cui era "vietato l'accesso". Nel primo libro, lei non ha mai, davvero esitato. Sapeva sempre cosa voleva -scoprire cos'ea accaduto alla madre, conoscere Jace e gli altri, salvare Simon, capire perché Luke l'aveva tradita, conoscere Valentine e salvare Jace da lui. Ma addentrarsi nel mondo delle ombre significa anche lasciare che alcune di quelle ombre diventino parte di te. Così, sebbene la sua tenacia continui a non vacillare, la vediamo prendere in mano il destino alternativo che inizia a profilarsi danti a lei, accanto a quella di una vita conducibile come mondana, come ragazza normale. Ma per lei, con il suo dono ed il suo istintivo e immediato legame con Shadowhunters e Nascosti, tirarsi indietro non sarebbe stato possibile.
Molti di voi forse non l'apprezzano, per via della sua freddezza? Della sua iniziale stupidità (si, questo lo condivido!)? Della sua scarsa adesione al nuovo universo scoperto? Indubbiamente, ci sono difetti e pregi in ogni personaggio, e i gusti si possono discutere, ma non criticare. Però io sono molto legata a Clary. La sua iniziale sprovvedutezza, così simile a quella che spesso proviamo anche noi in varie occasioni, l'ha portata ad analizzare la propria paura, a trovare la voglia di rafforzarsi, sia fisicamente che psicologicamente. Se dovessimo rileggere CoB e, subito dopo, tuffarsi su CoHF, probabilmente ci sembrerebbero due persone totalmente diverse; ma lo spirito che la anima è sempre quello. Ciò che Clary ha imparato, e noi con lei, è che avrebbe anche potuto continuare la sua vita sottovalutando le proprie capacità. Ma lei ha scelto diversamente, e tutto ciò l'ha portata dov'è ora, dove deve stare.

«Smettila. [...] Se sei arrabbiato, dillo e basta. Non fare come se niente ti potesse mai toccare. È come se non provassi mai nulla

Ricordiamo il ragazzo di quel primo periodo. E' il Jace di cui tutte ci siamo innamorate, e che io continuo a considerare come mio unico ammmore. Quello dall'umore incomprensibile, dall'apparenza arrogante e indifferente, dal ghigno affascinante, provocante e insopportabile, dall'aria angelica e dalla forza distruttiva. Il miglior Cacciatore della sua generazione. Non a caso questa definizione gli appartiene. La narrativa ci ha abituate all'idea che questo genere di carattere, di personalità misteriosa e dannata, sia quella dei nostri sogni. C'è qualcosa di affascinante, proibito, invitante nel desiderare e sognare un ragazzo del genere, vero? Sono sicura che la Clare lo sapesse quando ha iniziato a scrivere, ma è riuscita a mostrarci quanto Jace fosse più di un semplice oggetto di venerazione per le sue lettrici. Ci ha aiutato ad entrare melio in sintonia con lui, rivelandoci un ragazzo dedito con tutto se stesso all'unica vera cosa che abbia mai conosciuto, l'unica che gli da la sicurezza di poter essere gestita -la guerra. Con Jace, per sei libri è sempre stata una questione di identità. E' un guerriero, dunque essere abile sul campo di battaglia è ciò che meglio gli riesce. Ma poi arriva Clary, e con lei le rivelazioni sulle sue origini distorte, così che non sa più chi sia, o come pensare a se stesso. Wayland? Morgenstern? Herondale? Lightwood? Il percorso intrapreso da Jace lungo tutta la serie non è solo di carattere sentimentale; è più introspettivo, concreto, e il suo essere si delinea con chiarezza sempre più evidente. Ciò fino all'ultimo libro, perché non si finisce mai di conoscere intimamente una persona, e come ha detto Cassie recentemente, lì, nella pagina e nei loro pensieri, i personaggi non mentono, né nascondono nulla.

Anche mezzo agghindato da cacciatore di demoni, pensò Clary, Simon aveva l'aria del bravo ragazzo che ti viene a prendere a casa ed è educato coi tuoi genitori e fa le coccole al tuo cane.

Ecco un altro dei personaggi che ho davvero adorato in CoHF. Più prudente e impacciato rispetto a Clary, ma nel suo essere mondano non ha mai esitato quando la sua amica si trovava in pericolo. Non ha mai detto di no al Mondo Invisibile pieno di insidie e pericoli, pur non avendo alcun potere speciale. Lui e i suoi infiniti paragoni con D&D, quando ancora non si rendeva conto di quanto pericoloso fosse, di come lontano fosse dall'essere un gioco. Per Simon, poi, diventare vampiro ha significato costringere la propria mente a cambiare completamente prospettiva di vita -dal vivere un'avventura pericolosa, quella che tutti sogniamo, al vivere per sempre, guardando le persone che ami morire. Conosciamo gli immortali, sappiamo che accettare pienamente l'idea non è facile nemmeno dopo centinaia d'anni. L'esuberanza genuina di Simon è andata spegnendosi, in favore di un modo di fare più tranquillo, serioso, quasi rassegnato. Ha acquisito esperienza, ha imparato tantissimo, lasciandosi alle spalle quella beata ignoranza che nulla aveva a che fare con i pieni dolori e soddisfazione della sua nuova vita. E come potrete immaginare, in Città del Fuoco Celeste ne vedrete delle belle.

«Isabelle gli strapperà via il cuore e poi ci camminerà sopra con i tacchi a spillo.»

I Lightwood sono sempre stati una famiglia un po' particolare. Credo di averlo capito leggendo TID, e ho fatto diverse considerazioni. Gli adulti che portano questo cognome, in qualche modo si macchiano di colpe che cercano di ignorare, peccati che relegano in un cassetto e che giustificano enumerando tutte le loro buone intenzioni. E' banale, per dei Cacciatori, ma sono comunque umani, nonostante i loro numerosi tentativi di elevarsi a qualcosa di più -ad angeli, magari. Una sorta di complesso di superiorità che ha ridotto Benedict nelle condizioni che chi ha letto La Principessa ben conosce, e Maryse e Robert al biasimo da parte dei figli. Nella vita di Isabelle, il modo di agire dei suoi genitori è parte integrante della sua storia. Ciò con cui lei deve venire a patti è il modo in cui conoscere lo status della loro relazione l'ha influenzata per tutta la vita, incrementando la sua sfiducia e i suoi tentativi di attirare l'attenzione. Usando le parole della Clare, l'arco narrativo di Isabelle era quello di imparare che i suoi veri genitori, che da sempre sono stati i suoi genitori, possedevano dei difetti, e affrontare questi difetti, prima da sola e poi con qualche aiuto. La storia di Isabelle è forse più introspettiva, meno legata alla trama generale se confrontata agli altri. Deve superare tante problematiche legate alla famiglia, soprattutto la morte del suo fratellino Max. Questo la rende meno importante? Assolutamente no! E' fiera, combattiva, abileorgogliosa, bellissima, di animo buono e innegabilmente pronta a dare se stessa pur di salvare le persone che ama. Che abbia un carattere particolarmente sfaccettato e imprevedibile lo sappiamo tutti, ma è per questo che la adoriamo, vero?

«So quello che credi di provare per me [...] Tu invece non lo sai. Io ti piaccio, perché sono una sicurezza per te. Senza rischi. E tu non ti metterai mai in gioco in una vera relazione, perché puoi sempre usare me come una buona scusa

E' il mio personaggio preferito in CoHF. Non ho mai apprezzato Alec tanto quanto nell'ultimo volume, e si merita molto più di questo. Spero vivamente che tutti quelli di voi che leggeranno il libro riusciranno a rendersene conto. Pensiamo all'Alec degli inizi: viene anche a voi voglia di paragonarlo a Gabriel in TID? I suoi modi non sono proprio gentili all'inizio. Se la prende subito con Clary perché rappresenta l'intrusa, e lo vediamo per lo più ignorare Simon. Sono estranei al loro mondo di guerre, vittorie e sacrifici, e ciò li cataloga direttamente come esseri superficiali. Mentre il ruolo e la presenza di Clary, però, vengono a rafforzarsi nella storia, Alec deve dapprima accettarlo, seppur di malavoglia, e poi riconoscere di aver fatto male i conti. E non solo su di lei, ma su se stesso. Con due compagni di caccia avventati e scalmanati come Isabelle e Jace, Alec è sempre stato quello che copriva le spalle, che li proteggeva, che rimaneva nelle retrovie per accertarsi che tutto andasse per il meglio. Preferiva scegliere la strada facile, proteggendo anziché combattere, amando una persona con cui sapeva non avrebbe mai potuto costruire nulla di più di quello che aveva già anziché gettarsi in una relazione che scuoteva il suo cuore, mantenendo il segreto sulla sua omosessualità pur di non vedere la disapprovazione che avrebbe suscitato nei suoi genitori. Per un bel po' è stato consapevole della sua debolezza, è ha convissuto con la consapevolezza di non poter essere nulla di più di quello che era. Eppure l'abbiamo visto prendere per mano ciascuna di queste cose, guardarle da altre prospettive, accettarle completamente per quello che erano e cambiarle quando non gli si adattavano più addosso. Alec è diventato determinato, non più passivo come lo era stato all'inizio. E' un miglioramento graduale, ma che in CoHF si può finalmente ammirare davvero. E l'ho adorato così tanto da mettere Alec al primo posto fra i personaggi che ho più amato in quest'ultimo libro. Vedrete!

«Figuriamoci! [...] Sei simpatico, gentile e tante altre cose, ma di certo non sei trasparente, fiorellino. Sai parlare tutto il giorno dei problemi degli altri, ma di te e della tua storia non dici nulla, e quando ti faccio una domanda ti contorci come un verme su un amo.»
Il favorito dalle fan, e lo ammetto, spesso e volentieri anche da me. Lo abbiamo conosciuto nelle epoche più disparate, nei momenti più strani, divertente, dolorosi, indimenticabili. E ogni volta, Magnus si adatta perfettamente al momento in cui vive, ma mai come ci riesce in TMI, nella più promettente generazione di Shadowhunters. Non importa quanto a lungo viva, è difficile pensarlo come se avesse un'età superiore a quella mortalmente possibile. Ma, al contempo, ci rendiamo conto del peso dei secoli che porta su di sé. Parallelamente ad Alec, anche Magnus si renderà conto di cose molto importanti in CoHF, cose che potrete apprezzare o meno, chi lo sa. Ogni personaggio, comunque, a dispetto della sua età, ha compiuto un viaggio lungo sei libri e tra i sopravvissuti, i vincitori e i perdenti, ognuno si è distinto per qualcosa. Abbiamo amato Magnus per il suo strano modo di fare, un po' retrò, un po' sulle righe, tra il serio e la presa in giro, con il suo modo giovanile ed eccentrico di fare accompagnato da una rigorosità che, se a volte fa ridere, altre non è certo da prendere alla leggera. Il nostro stregone ne ha, di storie da raccontare, ma la sua è senz'altro quella che tutti noi vogliamo sentire. Dalle Cronache a TID e TMI, abbiamo scoperto tanto di lui, ma più di tutto ci siamo accorti di come la sua umanità, la parte più genuina di sé, è andata pietrificandosi nel corso del tempo, presentandocelo come l'implacabile stregone che, sotto sotto, ha il cuore tenero.

«Non lo vedi? Siamo uguali, io e te. [...] Dentro di te hai un cuore di tenebra, figlia di Valentine» le disse Sebastian. «Ma non vuoi ammetterlo. E se desideri Jace, farai meglio ad accettarlo. Perché ora lui appartiene a me
«E tu a chi appartieni?»

La mia cotta per Sebastian/Jonathan è davvero imbarazzante. Non so ci sia stare un momento in cui l'ho odiato, devo dire. Forse solo per la sua "alleanza" forzata con Jace. Per il resto, ho sempre apprezzato il modo in cui questo cattivo da fumetti, tutto ombre e spigoli e mistero e risate sinistre, sia cresciuto e diventato così complesso da darmi l'impressione di stare nella mente dell'assassino. Perché, diciamolo, il fascino mortale dei Morgenstern sa come ammaliare una mente e farla passare dall'essere una preda e divenire sua alleata. Se ci era riuscito Valentine, con il Circolo, Sebastian ha sicuramente la meglio sul padre in quanto a malia. Dove il primo era solo ossessione e bisogno di far prevalere le sue idee su una società che credeva ormai morta, l'altro vince per noncuranza, superbia e furbizia, con i suoi modi inquietanti di imporre senza cercare di convincere. Sebastian vuole creare il suo impero, vuole regnare, vuole che tutti sottostiano al suo potere, ma non gli importa di essere o meno acclamato per questo. Ciò da cui invece è ossessionato è la sua umanità, che lui recepisce come amore, ma che in realtà è una forma malata dello stesso. Gli serve una compagna, qualcuno che ammiri e apprezzi il suo operato, qualcuno che sieda accanto a lui, che lo ami, che riconosca le immense possibilità strette nel suo pugno. Una persona da possedere, mente e corpo, perché per Sebastian possedere equivale ad amare. Possiamo farci milioni di domande, chiederci cosa sarebbe successo se, nonostante il suo sangue demoniaco, crescendo con qualcuno come Jocelyn e non con Valentine, le cose sarebbero stato diverse. Sarebbe una mera consolazione, per quelle che, come me, amano questo personaggio. Per lui, essere un demone è tutto ciò che conosce. Pensandolo per quello che è, continuo a credere che sia il miglior cattivo mai creato dalla Clare.

I sette personaggi principali sono stati presentati. E certo ce ne sono tantissimo altri di cui è impossibile dimenticarsi, ma che per determinate ragioni -potrei anche scrivere un post infinito, ma non sarebbe conveniente per questioni di tempo e praticità- qui non sono dettagliatamente. In fondo, The Mortal Instruments è anche la storia di Raphael, Jordan e Maia, anche se non completamente. Le loro vite si intersecano a quelle dei protagonisti, e per questo non sono trascurabili. E a questo proposito, dovremmo contare anche Jocelyn, Luke, Valentine, Amatis, Stephen, Robert, Maryse, Michael, Hodge, ma ciascuno di loro ha già avuto il proprio momento anni addietro, quando il Circolo iniziava a delinearsi insieme con gli spaventosi risvolti che verranno ricordati a lungo. Ce ne sarebbero ancora molti altri, ma questa decisamente non è ancora la loro storia.

Ship
Perciò passiamo alle ship. Credo che certe scene, in quanto a fangirlaggio, si commentino proprio da sole. Ed è per questo che, insieme ad un breve commento, riporterò le scene che più o amato per ogni ship! Scriverò da dove viene la citazione, così se qualcuno deve ancora leggere qualcuno dei cinque libri la salta.

_____Clace
Ovviamente tutti noi, o almeno una buona maggioranza, abbiamo iniziato con la Clace. Jace ha attirato la nostra attenzione, Clary era la protagonista... è stato facile ed istintivo. Insieme sono una bomba nucleare che rischia di scoppiare ogni volta che stanno insieme, da soli o in mezzo agli altri che sia, e noi sentiamo le farfalle -ma che dico, i bisonti!- allo stomaco. Ora, tenendo a mente questo, immaginiamo di dover scegliere le tre scene più belle in cinque libri. Cioè, capite come mi sento male a dover fare una cosa del genere? Dovrei copiare tutti i libri! Tra l'altro, mentre ci sono mi avvalgo anche delle splendide fanart della Jean, una meraviglia per gli occhi, soprattutto quelle a tema Clace. Starei qui a fissarle per ore e ci ho messo secoli a scegliere la mia preferita, ma quella che vedete a lato ha trionfato. E' troppo bella!
Amo questi due momenti. Sono perfetti e, come dicevo prima, non hanno bisogno di commenti. Possiamo anche impazzire e sospirare e parlarne quanto vogliamo, ma nel momento in cui leggo di loro, Clary e Jace mi lasciano puntualmente senza fiato.

Da CoB:
«Onore, colpa, pena, sono tutte cose reali per noi, e non hanno nulla a che vedere con la religione, ma solo con chi siamo. Questo è quello che sono, Clary» disse disperatamente. «Sono un membro del Conclave. È nel mio sangue e nelle mie ossa. E allora dimmi, se sei così sicura che non è stata colpa mia, perché il primo pensiero che ho avuto quando ho visto Abbadon non è stato per i miei compagni ma per te?» Sollevò l'altra mano e si nascose il volto tra i palmi. «Sapevo... sapevo... Alec si stava comportando in modo strano. Sapevo che c'era qualcosa che non andava. Ma riuscivo a pensare soltanto a te...»
Chinò il capo in avanti e le loro fronti si toccarono. Clary sentì il suo alito incresparle le ciglia. Chiuse gli occhi e lasciò che la sua vicinanza la inondasse come una marea delirante. «Se muore, sarà come se lo avessi ucciso io» disse lui. «Ho lasciato morire mio padre e ora ho ucciso l'unico fratello che abbia mai avuto.»
«Non è vero» sussurrò Clary.
«Sì.» Erano abbastanza vicini per baciarsi. «Clary» continuò Jace. Lei non aveva mai sentito il suo nome pronunciato con un tale misto di amore e angoscia. «Cosa mi sta succedendo?»
Da CoLS:
— Quanto tempo? Quanto, prima che tu torni come prima?
— Non lo so. Proprio non lo so. Però volevo… Avevo bisogno di stare con te, così, come me stesso, il più a lungo possibile. — Le porse una mano rigida, come incerto della sua accoglienza. — Pensi che potresti…
Lei stava già attraversando di corsa la stanza per raggiungerlo. Gli buttò le braccia al collo. Lui la prese e la sollevò, sprofondandole la faccia nell’incavo del collo. Lo respirò come aria. Sapeva di sangue, sudore, cenere e marchi.
— Sei tu — gli sussurrò. — Sei davvero tu.
Jace si ritrasse per guardarla, e con la mano libera le accarezzò delicatamente lo zigomo. Le era mancata, quella dolcezza. Era una delle prime cose che l’avevano fatta innamorare di Jace: il fatto di capire che quel ragazzo sarcastico, coperto di cicatrici, in realtà era dolce con le cose che amava.
— Mi sei mancato — gli disse. — Mi sei mancato tanto.
Jace chiuse gli occhi come se quelle parole gli facessero male. Clary allora gli mise una mano sulla guancia; lui appoggiò l’intero viso contro il suo palmo, solleticandole le nocche con i capelli e lei si accorse che anche il viso era umido.
Il bambino non pianse mai più.































_____Clebastian
Per mantenere un attimino Clary, direi di considerare Sebastian. Come vi dicevo, ho una specie di fissa per loro due. Dopo quanto accaduto in CoLS, questa ship si trova molto, moooolto vicina alla Clace. Non la supera per una marea di ragioni, ma in quanto a fascino e intrigo... non potete dirmi che non sono assolutamente ojfosjfijwfijw! E' una cosa perversa, ma funziona a meraviglia! Sono fratello e sorella, e condividono la loro eredità di sangue. Hanno entrambi diversi tratti comuni, che credo siano tipici dei Morgenstern per quel che abbiam potuto capire di loro. La freddezza con cui entrano in battaglia, la facilità con cui si liberano degli ostacoli, sebbene per i due vada inteso in modo diverso, non varia poi di molto, se messa a confronto. Ho sempre trovato Clary un po' freddina e calcolatrice, oltre che incredibilmente testarda. Ma quest'ultima caratteristica la accende, mentre Sebastian si immerge sempre di più fra le ombre... Ricordiamo un attimo com'è iniziata, com'è andata avanti... e poi, dopo aver letto CoHF, tornate qui e ditemi se non ho ragione.

Da CoG:
— Sebastian, tu non sai niente di me.
— Non è vero. — Si avvicinò a Clary, prendendole il volto tra le mani. Il suo tocco era gentile, quasi esitante. — Ho sentito un sacco di cose sul tuo conto, Clary. Di come hai affrontato tuo padre per la Coppa Mortale, di come sei entrata in quell'hotel infestato dai vampiri per cercare il tuo amico. Isabelle mi ha raccontato molte storie e poi ho sentito anche molte chiacchiere. E dalla prima volta che ho sentito il tuo nome, ho sempre voluto conoscerti. Sapevo che dovevi essere straordinaria.
Lei rise, turbata. — Spero di non averti deluso troppo.
— No — sussurrò Sebastian, facendole scivolare le dita sotto il mento. — Per niente. — Le sollevò il volto verso il suo. Clary era troppo sorpresa per reagire, anche quando Sebastian si avvicinò e lei si rese conto, un po' in ritardo, di cosa lui stava per fare. Istintivamente chiuse gli occhi, quando le labbra di Sebastian sfiorarono delicatamente le sue, mandandole brividi in tutto il corpo. Crebbe dentro di lei un desiderio potente e improvviso di farsi abbracciare, di farsi baciare, così da poter dimenticare tutto quanto. Sollevò le braccia e le allacciò dietro il collo di Sebastian, un po' per tenersi in piedi, un po' per attirarlo a sé.
Da CoLS:
— Perché l’hai fatto?
— Fatto cosa?
— Salvarmi la vita.
— Sei mia sorella.
Lei deglutì. Alla luce del mattino, il viso di lui aveva un certo colorito. Lungo il collo c’erano leggere scottature, i punti colpiti dall’icore di demone. — Prima non ti importava che lo fossi.
— No? — I suoi occhi neri la squadrarono dall’alto al basso. Ricordò quando Jace era andato a casa sua dopo che lei aveva lottato contro il demone Ravener e il suo veleno la stava uccidendo. Lui l’aveva curata proprio come aveva fatto Sebastian, portandola via nella stessa maniera. Forse erano più simili di quanto avesse mai pensato, anche prima che l’incantesimo li legasse. — Nostro padre è morto — disse Sebastian. — Non ci sono altri parenti. Tu e io siamo gli ultimi, siamo gli unici Morgenstern superstiti. Tu sei la sola persona col mio stesso sangue nelle vene. La sola come me.
































_____Malec

Diretta rivale della Clace in quanto a ship migliore di TMI. E ci credo! Stiamo parlando di Magnus e Alec, mica di personaggi qualsiasi. I loro alti e bassi non sono migliori o peggiori di quelli attraversati dalle altre coppie, ma in amore tutti hanno delle rogne. Il fatto che Alec non possa sopportare il peso dell'immortalità di Magnus, o che quest'ultimo non riesca a condividere il proprio passato con lui, sono ostacoli abbastanza grandi da dividerli più volte fino (SPOILER CoLS) alla definitiva separazione. Ma sono talmente emozionanti insieme, così unici, divertenti e incredibilmente dolci che non amarli è... non riesco nemmeno a concepire una cosa simile, ecco.
Per loro ho scelto un unico, grande estratto da CoFA, uno dei mie preferiti in assoluto. Per Raziel, mi vengono le lacrime solo a rileggerla.

Alec alzò lo sguardo proprio nel momento in cui Magnus lo raggiunse, lo prese e lo strinse a sé. Gli fece scorrere le dita sul viso come se volesse accertare la presenza di lividi o ferite, il tutto mormorando a bassa voce: — Come hai potuto... andartene così senza neanche dirmelo... Avrei potuto aiutarti... [...] Scappare via così e metterti in pericolo solo per rabbia nei miei confronti...
— Sono uno Shadowhunter — disse Alec. — Magnus, è questo che faccio, tu non c'entri. La prossima volta innamorati di un assicuratore, oppure...
—Alexander — lo interruppe l'altro. — Non ci sarà una prossima volta. — Appoggiò la fronte contro la sua, gli occhi verde oro che fissavano l'azzurro.
Il battito cardiaco di Alec iniziò ad accelerare. — E perché no? Tu vivrai per sempre. Non è da tutti.
—Sì, l'ho detto, Alexander, però...
—Smettila di chiamarmi così, lo fanno già i miei genitori. E suppongo che sia molto nobile da parte tua aver accettato la mia mortalità in maniera così fatalistica, della serie tutto è destinato a finire eccetera, ma tu come credi che mi faccia sentire tutto questo? Le coppie normali hanno la speranza: la speranza di invecchiare insieme, di vivere a lungo e di morire nello stesso momento. Noi invece no. E non so nemmeno cos'è che vuoi.
Alec non sapeva bene che risposta attendersi -rabbia, una reazione difensiva o magari ironia-  invece la voce di Magnus si affievolì, incrinandosi appena, quando disse: — Alex... Alec. Se ti ho dato l'impressione di aver accettato l'idea della tua morte, allora non posso fare altro che scusarmi. Ci ho provato, pensavo davvero di esserci riuscito, pur continuando a immaginare di averti con me per altri cinquanta, sessant'anni, pensando che magari a quel punto forse sarei stato capace di dirti addio. Ma si tratta di te, e ora mi rendo conto che non sarò più pronto a perderti di quanto non lo sia ora. — Gli appoggiò le mani su entrambi i lati del viso. — Ovvero, per niente.
—Quindi, cosa facciamo? — sussurrò Alec. Magnus fece spallucce, e a un tratto sorrise. Con quei capelli neri arruffati e gli occhi verdi luccicanti sembrava un adolescente dispettoso. — Quello che fanno tutti — rispose. — Come hai detto tu. Speriamo.

_____Sizzy

Non è facile parlare di loro. Mi facevano uno strano effetto, come quando qualcuno ti proprone una cosa a cui non avresti mai pensato, non sul serio, e pensi: questo, dici? Non saprei... forse si. Quando le loro scene insieme si sono fatte più frequenti mi sono meravigliata di quanto, pur tentennando, all'inizio, e con atteggiamenti non esattamente romantici, stessero effettivamente bene insieme. Non avevo mai davvero considerato questa coppia finché non ho letto CoLS. Lì, le cose hanno iniziato a prendere una piega strana, meno forzata, come se il nuovo Simon, così diverso da quello degli inizi, avesse in qualche modo mutato la sua forma trovando l'incastro giusto con la Isabelle che, in compagnia sua e del resto del gruppo, ha iniziato ad aprire il suo cuore a qualcuno che non fosse parte della propria famiglia. Hanno iniziato ad andare l'uno incontro all'altra, con una maturità che sarebbe parsa assai improbabile in CoB. Sarà stato per il cuore spezzato di Simon, per la morte di Max e il progressivo ma evidente tentativo di Izzy di legarsi sia a Clary che a Simon, accettandoli nel loro mondo, ma questi piccoli cambiamenti hanno fatto si che Simon e Isabelle si guardassero vedendo davvero una possibilità per loro, e costruendola piano piano. Adesso, Simon e Isabelle sono quasi in parità con la Malec, per me!

Da CoFA:
—Perché non ci hai evocati ? — domandò Isabelle, con la voce sottile di chi si sente tradita. — Perché non ci hai detto che saresti venuta qui? Perché non hai mandato un messaggio di fuoco, niente? Sapevi che saremmo venuti, se avevi bisogno di noi.
—Non c'è stato tempo — intervenne Simon. — E io non sapevo che Clary e Jace sarebbero stati qui. Pensavo di essere da solo. Non mi sembrava giusto coinvolgerti nei miei problemi.
—Coinvolgermi nei tuoi problemi?! — ripeté Isabelle, sbalordita. — Tu... — iniziò, ma poi, sorprendendo tutti, e sicuramente anche se stessa, gli si buttò al collo, abbracciandolo forte. Simon barcollò all'indietro, colto alla sprovvista dall'assalto, ma si riprese in fretta. Strinse Isabelle fra le braccia, rischiando anche di impigliarsi nella sua frusta penzolante, poi la strinse forte, appoggiandole il mento sui capelli corvini. Clary non ne era sicura, perché Isabelle stava parlando a voce troppo bassa, ma le sembrò che la ragazza stesse bisbigliando a Simon degli insulti.

Da CoLS:
— Sei venuto. — Isabelle gli allungò un braccio sul petto, sistemandosi in modo che la testa le si incastrasse nella spalla di lui. — Non credevo l’avresti fatto.
— Certo che sono venuto.
Le altre parole che lei gli disse gli si smorzarono contro il collo. — Scusa, stavo dormendo.
Lui sorrise fra sé, appena, al buio. — Non c’è problema. Anche se mi avessi chiesto di venire qui solo per stringerti mentre dormivi, lo avrei fatto.
Lui la sentì irrigidirsi, poi rilassarsi di nuovo. — Simon?
— Sì?
— Mi racconti una storia? Simon rimase perplesso.
— Che genere di storia?
— Una in cui i buoni vincono e i cattivi perdono. E rimangono morti.



























Lo so che ci sono altre ship, anche quelle meno probabili e più pazze. Ho inserito la Clebastian perché ci tengo in modo particolare, ma ciò non significa che voi non possiate parlare di tutte quelle che vi vengono in mente e che vi fanno venire l'acquolina in bocca! Allora vi invito a fare qualcosa di particolare, per il commento di questa tappa. Commentate scrivendo qualche altra scena riguardante la vostra ship preferita! E poi vediamo se indovinate CHI ha detto A CHI e in quale libro nelle frasi che ho scelto per presentare ogni personaggio!

Vi ricordo le regole del Blogtour!
-Per iscrivervi dovete commentare questo post, tanto per farci un'idea di chi e quanti sono i partecipanti!
-Unirvi ai lettori fissi di ciascun blog partecipante, se non lo siete già;
-Compilare il form che trovate nelle tappe;
-Commentare ogni tappa, e questo è molto importante perché ci fa capire se state seguendo il Blogtour e se vi state divertendo! Nella prima tappa troverete il form da compilare, e nei post seguenti questo form verrà aggiornato via via con nuove entrate inerenti alla nuova tappa. Ogni volta che viene pubblicato un nuovo post, insomma, troverete una nuova entrata che vi chiederà di confermare se avete effettivamente commentato, perciò più tappe commentate e più punti accumulate.
N.B.: nel caso in cui doveste unirvi all'iniziativa più in là e alcune delle tappe fossero quindi già state postate, dovete comunque lasciare un commento ad ogni tappa. L'entrata si riavvierà ogni giorno, perciò non preoccupatevi, potrete confermare di aver commentato nel form in giorno seguente, e quello dopo ancora... *sguardo maligno* finché non avrete confermato tutti i commenti alle tappe!
Alla prossima tappa, sul blog di Frannie, con la recensione NO SPOILER di Città del Fuoco Celeste! L'uscita si avvicina!

31 commenti:

  1. Il mio preferito rimane sempre Jace! Ma devo dire che anche Alec è un personaggio che mi affascina molto. Il suo modo introspettivo di affrontare il mondo lo rende particolare e affascinante. Di Simon invece devo dire che non mi è stato mai molto simpatico, lo trovo spesso un po' banale e di troppo. Isabell mi piace molto forse anche più di Clary in alcuni punti della storia! =)

    RispondiElimina
  2. Oh mio dio quanto ci hai messo a scrivere questo post? D:
    Comunque v_v bel lavoro. Io personalmente per quanto riguarda i personaggi sono influenzata dal film avendo visto prima quello e poi letto i libri. Quindi devo dire che Simon non mi piace proprio per niente anche se nel libro é tenerello :D
    Il mio preferito resta sempre Magnus Bane che riesce ad essere nel posto giusto in ogni momento (almeno fino al terzo libro, sono arrivata lì!) v.v
    Come coppia io ovviamente tifo per Clary e Jace ** che carini quando sono insieme!!
    E vediamo un po: la presentazione di Alec l'ha detta Jace, nel terzo libro credo ò.ò
    Quella di Jace l'ha detta Clary nel primo libro.
    Gli altri non mi ricordo chi li ha detti, però hai inserito vicino a quele libro appartiene perciò non vale v_v

    RispondiElimina
  3. Oddio che post lungo D: Da Fangirl esaltata non potevo non leggerlo :P Non vedo l'ora di questo libro, wow! Amo Alec, è il mio personaggio preferito *_* Come coppia la mia preferita rimangono i Malec.. adoro il modo di arrossire di Alec quando vede Magnus <3 E anche i Clace, ovviamente :3 Però sono anche Clebastian... diciamo che ho taaaaante ship ^_^

    RispondiElimina
  4. Wow!! Che post lunghissimo ma interessantissimo, mi piace molto come hai deciso di descrivere i personaggi e le diverse ship, inserendo uno spezzettone del libro.

    La mia ship preferita, ovviamente rimane Clace, li adoro, li trovo perfetti assieme.
    Una scena struggente secondo me è quella di CoG, la Clare qui mi ha fatto commuovere da morire:
    "– Volevo andare... in un posto – proseguì lui – ma continuavo a sentirmi trascinato qui. Non riuscivo a smettere di camminare, non riuscivo a smettere di pensare. Alla prima volta che ti ho visto e a come, da quella volta, non sono più riuscito a dimenticarti. Ho cercato, ma non ci sono riuscito. Ho fatto in modo che Hodge mi mandasse a prenderti per portarti all'Istituto. E anche allora, in quello stupido caffè, quando ti ho visto sul divanetto con Simon, sentivo che c'era qualcosa di sbagliato: dovevo esserci io con te, su quel divanetto. Dovevo essere io quello che ti faceva ridere così. Non riuscivo a liberarmi da quella sensazione. Che dovevo essere io. E più ti conoscevo, più lo sentivo. Non mi era mai successo prima. Prima succedeva che desideravo una ragazza e poi la conoscevo e poi non la desideravo più. Ma con te la sensazione era sempre più forte, fino alla notte in cui sei arrivata a Renwick e ho capito.
    «E poi scoprire il motivo per cui mi sentivo così, come se tu fossi una parte di me che avevo perduto e di cui non sapevo nemmeno di sentire la mancanza, finché non ti ho rivisto. Scoprire che era perché tu eri mia sorella mi parve davvero una specie di scherzo cosmico. Come se Dio mi stesse sputando in testa. Non so nemmeno io per cosa, forse per aver pensato che potevo averti, e meritare una cosa bella come te, ed essere felice. Non riuscivo a immaginare cosa potevo aver fatto per essere punito in questo modo."

    Le frasi invece, vediamo un po', non le ricordo tutte, devo proprio rileggerli tutti dopo aver comprato CoHF. Comunque quella del personaggio di Jace è di Clary (rivolta a lui), anche quella di Simon è un pensiero di Clary. Quella usata per Alec invece, se non sbaglio, l'ha detta Magnus. E quella per il personaggio di Sebastian è uno scambio di battute tra lui e Clary. Le altre non me le ricordo proprio ^_^

    Bene credo di aver finito altrimenti il mio commento diventa chilometrico ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quella di Alec è detta da Jace a Alec stesso

      Elimina
  5. Anch'io tifo per Sebastian!!! @.@
    è troppo boooooono!!! ^^
    Nella parte finale in CoLS stavo per svenire leggendo i dialoghi fra lui e Clary nell'appartamento *-* Roba da pazzi!
    Come hai detto tu, Bliss, è una cosa un po' perversa ma funziona VERAMENTE a meraviglia!!!
    è da CoA che venero sto ragazzo! E ora voi direte: "Ma Sebastian è comparso solo nel terzo libro, in CoG!" Embè, io lo amavo anche prima u.u

    RispondiElimina
  6. oddio.... !! adoro questa tappa !! è forse stata quella più bella in assoluto per ora.. mi sono completamente abbondonata ai ricordi ... a tutte le avventure che i sette personaggi principali hanno dovuto affrontare ..... sei riuscita a esprimere perfettamente la descrizione di ogni personaggio e per le ship hai sicuramente scelto gli estratti più belli .. !! :) io adoro tutti i personaggi e tutte le ship in assoluto... ho voglia di leggere l'ultimo ma anche molta.. ma molta paura di quello che clare abbia potuto combinare..... non vedo l'ora però che abbia finalmente l'ultimo libro.. !!

    RispondiElimina
  7. All'inizio odiavo Clace, sopratutto nei primi due libri. Il loro legame fratello-sorella era insopportabile!
    Clary non mi è mai stata molto simpatica e non ho mai trovato Jace irresistibile. Sono due personaggi Okay...
    La coppia più bella è sicuramente MALEC.
    Li shippo troppissimo e sono troppo belli!<3

    RispondiElimina
  8. Ciauuuu wow meraviglia bellissima tappa davvero!!! Anch io nn vedo l ora di stringerlo tra le mani *_* i miei tesssssssori ihihihih baci

    RispondiElimina
  9. Oddio le ship.... senza le ship sarei morta, sono come la mia linfa vitale!!! *____*
    A rileggere di tutti loro così di seguito mi sono venute le lacrime agli occhi.. pensare che è tutto finito... certo, le prossime serie si prospettano altrettanto epiche, ma tutti loro mi mancheranno troppo!!
    I Malec sono i miei preferiti... Assolutamente sempre loro!!!! Li adoro, sono unici e perfetti insieme, sarà difficile che mi piaceranno altri due tanto quanto loro!!
    La mia scena preferita, o meglio una delle tantissime che adoro, (escludendo cohf per non fare spoiler) tra loro due è da Città di cenere, sul furgone di Luke che stava affondando, verso la fine:

    M: io perderò i sensi, Alec, è solo questione di tempo. Ma non volevo che tu annegassi.
    A: prendi le mie mani. E prendi anche la mia forza. Usane quanta ne vuoi per...per tenerti su. Devo combattere..ma è quello che fai anche tu, no? E so che puoi assorbire un po' della mia forza. Perciò te la offro. Prendila. E' tua.

    Questa frase e questa scena secondo me rappresentano alla perfezione quello che sono questi due personaggi e quello che sono l'uno per l'altro: l'accettazione, la consapevolezza di aver bisogno dell'altro, la fiducia totale e beh, l'amore.. ç_ç mamma mia quanto mi piacciono!! Hanno affrontato tanti problemi e mi sono rimasti nel cuore!! *___*

    Le frasi:
    #1 - Jace, ma non ricordo a chi la dice
    #2 - Clary a Jace
    #3 - Clary
    #4 - Jace, ma non ricordo a chi lo dice
    #5 - Jace rivolto ad Alec
    #6 - Alec rivolto a Magnus
    #7 - Sebastian rivolto a Clary

    Fantastico post!!!! ç___ç

    RispondiElimina
  10. Questa tappa è meravigliosa! *^*
    Devo ammettere che mi è difficile pensare quale ship sia la mia preferita! C'è stato un primo momento, quando Clary e Jace erano stati dichiarati fratelli,nel quale speravo che Clary si mettesse con Simon, insomma lui era così innamorato, ma come abbiamo visto non ha funzionato, non poteva funzionare, cioè Clary e Jace erano fatti l'una per l'altro quindi adoro Clace ma sicuramente anche Sizzy, è una delle mie preferite! **

    RispondiElimina
  11. Io non so quanto tempo tu ci abbia messo per scrivere tutta questa roba ma è ASDFGHJKL da tutte le parti. *_____________________*
    No, davvero, hai scritto tutto quello che penso e non riesco a pensare a nient'altro da scrivere ç.ç i disegni di Cassandra Jean e le citazioni, i tuoi riassuntini e fangirlamenti... ... ... OH-MY-GOD, 8 MA QUANDO ARRIVIIIIIIIIIIII??????????
    Posso stamparmi il tuo post e appenderlo in camera? Anzi, ne faccio tipo mille copie e vado a sparpagliarlo un po' qua e un po' là.
    La citazione che hai scelto per Isabelle è super-azzeccata. Mi ricordo ancora la prima volta che l'ho letta e di quanto l'abbia trovata geniale. GENIALE.
    La coppia a cui tengo di più è Alec e Magnus (non che le altre siano da meno, eh): la Clare può fare tutto quello che vuole in COHF - sempre con moderazione, deve fare quello che deve nel modo più giusto -, ma se... se... se mi combina qualcosa di strano con loro due non la perdono. ç_ç
    COLS è quello che considero "il mio grande regno delle ship": c'è tutto di tutti e, oh, potrei leggerlo in continuazione con gli occhi a cuoricino. *--*

    RispondiElimina
  12. Che bellezza *--------* ma quando arriva giorno 8? T.T mi sto disperando!
    Comunque la mia coppia preferita, anche se è un po' "banale" dirlo, è quella formata da Clary e Jace :3 QUESTI DUE INSIEME SONO QUALCOSA DI ASDHOEIDIEWEDBH *-*
    La mia parte preferita è questa, tratta da CoG:
    — E io dovrei starmene seduto a guardare mentre tu esci con altri ragazzi e
    t'innamori di qualcun altro e ti sposi...? — Gli si indurì la voce. — E nel frattempo,
    guardando te, morirei un po' ogni giorno.
    — No. Per allora non te ne importerà più nulla — replicò Clary. Ma si chiese,
    mentre parlava, se lei avrebbe potuto sopportare l'idea di un Jace a cui non
    importava. Non aveva mai pensato così in là nel tempo. Quando cercò di
    immaginare se stessa che guardava Jace che si innamorava di un'altra e la sposava,
    non riuscì nemmeno a figurarselo, non vide niente se non un tunnel nero e vuoto,
    davanti a lei, che si allungava all'infinito. — Ti prego. Se non diciamo niente... se
    fingiamo...
    — E impossibile fingere — disse Jace con assoluta chiarezza. — Io ti amo e ti
    amerò fino alla morte e, se c'è una vita dopo la morte, ti amerò anche allora.

    RispondiElimina
  13. Come potrei riassumere il mio umore dopo aver letto tutto ciò^? ASDFGJHKK!!
    BRILLANTE! Mi hai nettamente conquistata con le fan artge quando hai cominciato a parlare delle ship!
    In assoluto la mia ship per eccellenza sono i MALEC <3 Voglio dire la citazione che hai usato per loro è una delle mie parti preferite!
    *____________________* Li ho shippati fin dall'inizio e mi hanno rubato il cuore!
    Clace? Vogliamo parlarne? Adoro tutta la storia che li accompagna, tutti gli ostacoli i problemi che hanno attraversato!
    Sono cresciuti tutti! Aggiungiamo Sizzy e Maya&Jordan!

    RispondiElimina
  14. I personaggi della Clare sono tutti fantastici, anche quelli cattivi.
    Devo ammettere che il mio ammore è Magnus è simpatico, frizzante, irriverente ma ha anche una vena di malinconia, che anima la crocerossina che c'è in me.
    Sono estremamente curiosa di scoprire cosa ne sarà di lui ed Alec, anche se ho un brutto presentimento

    RispondiElimina
  15. Prima di tutto, ci tengo a chiedere venia: questo post è oscenamente lungo. Taaanto lungo. Talmente lungo che ho dovuto dividerlo in due parti ç-ç Per la tua salute mentale, ti consiglio si fermarti dopo le prime 10 righe, in quanto ciò che segue è un perfetto sclero mentale senza senso v.v Vorrei tanto avere il dono della sintesi, ma purtroppo non ce l'ho D:
    Sai, fra tutte le tappe fatte fin'ora, questa è quella che mi ha senza dubbio appassionata di più! E non lo dico tanto per dire, ma perchè credo che sia un lavoro ben fatto ù.ù Chissà quanto tempo ci sarà voluto per scrivere tutto!!!
    Dopo anni e anni trascorsi a rileggere tutti i libri della saga, sono giunta alla conclusione di amare tutti i personaggi, anche quelli che -come Clary e Sebastian/Jonathan- ho odiato sin dal primo momento; la Clare ha svolto un lavoro esemplare facendo maturare nel corso dei libri personaggi a prima vista noiosi o cattivi, facendoli crescere insieme a noi a tal punto che, rileggendo CoB dopo essere arrivata alla fine di CoLS, ti viene da chiederti "Ma stiamo parlando dello stesso personaggio?!" tanto sono cambiati. Di sicuro, una cosa che ci hanno insegnato Clary e i suoi amici è che piangersi addosso è inutile, i nostri problemi non si risolvono da soli quindi tanto vale prendere in mano le redini della nostra vita e cercare di cambiarla in meglio -cosa che a parole sembra facile, ma che nella realtà non lo è. Lo so, sono veramente sentimentale, ma è la verità!
    Purtroppo non posso dire quale sia il mio personaggio preferito in assoluto perchè tutti sono i miei preferiti, amo ognuno di loro allo stesso modo proprio perchè sono così diversi ma al contempo così simili. Tuttavia, c'è una famiglia di cui amo tutti i componenti: i Lightwood. E sì, amo alla follia anche Maryse. Robert mi piace un po' di meno, ma se si analizza a fondo il personaggio salta all'occhio una persona tormentata, che all'epoca del Circolo ha seguito la moglie invasata dalle idee di Valentine e che per colpa loro si è ritrovato esiliato e privo del suo parabatai, Michael Wayland -e più di così non posso dire perchè sennò sarebbe uno spoiler di CoHF. E anche i Lightwood di TID mi piacciono, soprattutto se ripenso a Gabriel e a Gideon: all'inizio di CoB Alec si pone nei confronti di Clary con la stessa antipatia che caratterizzava Gabriel, ma nel corso della storia si scopre che in realtà entrambi sono semplicemente due ragazzi comuni, che col distacco celano dubbi e insicurezze. E io li amooo!!! *inizia a strillare da perfetta fangirl*
    Passando al giochetto "chi dice chi a cosa" ecco le rispose, spero siano giuste! E ti assicuro davvero che NON ho cercato su internet, perchè ormai mi ricordo i libri a memoria ;)
    #1 Jace a Simon su Clary (CoG, Jace vuole che Simon menta a Clary per non portarla a Idris)
    #2 Clary a Jace (CoB dopo che si sono baciati nella serra e al ritorno in camera di Clary sono stati sorpresi da Simon)
    #3 Clary su Simon (CoB quando Clary pensa alle differenze tra Simon e Jace)
    #4 Jace a Clary (CoB, Jace parla della cotta di Simon per Isabelle -cosa alquanto ironica visto ciò che accadrà in seguito :D )
    #5 Jace ad Alec (CoG, Jace spinge Alec a riappacificarsi con Magnus e a fare sul serio con lui -è in assoluto una delle mie scene preferite tra i due parabatai!)
    #6 Alec a Magnus (CoLS, Alec si era stufato della reticenza di Magnus a parlare del suo passato -davvero, non avevo mai visto Alec così arrabbiato, mai!)
    #7 Sebastian/Jonathan a Clary (CoLS, anche se devo ammettere che questo triangolo non mi ha fatta impazzire un granchè...)

    RispondiElimina
  16. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  17. Riguardo alle mie ship preferite, ovviamente anch'io come tutti ho iniziato con i Clace, ma, come ogni fangirl che si rispetti, sono ossessionata dalla Malec, solo che ci sono troppe scene stupende su di loro per scriverle tutte. Senza dubbio, una delle più belle -e strazianti- scene è quella in cui Magnus lascia Alec ç-ç Ma c'è una riflessione di Alec in CoFA che mi ha colpita molto e, non so perchè, mi si è stretto il cuore:
    "Però, Magnus, pensò, non me l'hai mai detto. Non mi hai mai avvertito che sarebbe stato così, che un giorno mi sarei svegliato e mi sarei accorto di stare andando in una direzione che tu non potevi seguire. Non mi hai ricordato che siamo essenzialmente diversi. Non c'è "finché morte non vi separi", per chi non muore mai"
    Poi adoro la Sizzy, e non mi dispiacciono neanche Maia e Jordan, ma mi piacerebbe soffermarmi su un paio di coppie che quasi mai nessuno considera: Luke e Jocelyn e Stephen e Amatis.
    Partendo da Stephen e Amatis, trovo assolutamente ingiusto il poco spazio che hanno lasciato loro, soprattutto ad Amatis: è una donna profondamente segnata dagli eventi della Rivolta, che si è vista portar via tutte le sue convinzioni in pochissimo tempo, ma che ciononostante ha trovato la forza di reagire. Basti pensare a quando Luke venne trasformato in licantropo e lei lo respinse: si è portata dentro il peso di questo errore per anni, finche non è risucita a sistemare le cose col fratello. E quando Valentine costrinse Stephen a divorziare da lei? Si è sentita tradita, abbandonata, e non ha neanche potuto odiare Cèline, succube di Valentine come tutti loro. Lei però è andata avanti, ha capito i suoi errori, è diventata più forte, ma non ha mai smesso di amarlo, come dimostra il fatto che abbia visto Stephen per mezzo della nuova runa di Clary.
    E poi Jocelyn e Luke, una coppia a di poco perfetta: ammettiamolo, fino alla fine di CoG abbiamo odiato Jocelyn perchè sembrava che non ricambiasse i sentimenti di Luke! Senza dubbio, ciò che amo di più è il totale spirito di abnegazione di Luke, che ha rinnegato sè stesso e il suo passato pur di star vicino alla donna che amava da quando era ragazzo: è rimasto con lei, ha cresciuto Clary, ma non ha mai chiesto niente. In un certo senso, credo che abbiamo tutte esultato, scoprendo che anche Jocelyn lo amava. Io ho urlato di gioia! ^-^ Anche se ovviamente la Clare è troppo sadica per limitarsi a farli sposare e vivere felici e contenti, quindi prima del tanto agognato matrimonio li farà penare per altri 3 libri >.<
    Mi sarebbe piaciuto inserire le mie scene preferite, ma erano veramente tante -tutte insieme erano lunghe quanto il Signore degli Anelli D: - e questa recensione era davvero lunga. Mi scuso di nuovo!!!
    Tatiana

    RispondiElimina
  18. *O* è fantastico questo post!!!
    Io ancora devo leggere gli ultimi due, ma conto di iniziarli a breve :D
    dunque, la mia coppia preferita sono i Malec. Adoro Magnus. E' uno dei miei personaggi preferiti e adoro la scena del bacio di Città di Vetro (non ho segnato la pagina, altrimenti avrei riportato lo spezzone ç_ç).
    I Clace mi piacciono, però Clary non mi fa per niente simpatia. Odio il modo in cui prende iniziativa senza pensare alle conseguenze o alla gente che potrebbe ferire è_é eppure, non riesco a vedere nessun altra con Jace!

    RispondiElimina
  19. Posso permettermi di dire, che vi amo *--*. Seriamente mi sto divertendo un mondo e sono sorpresa al massimo dell'impegno che ci avete messo a creare tutto questo per noi. Detta questo, passiamo alla scrittura del mio poema. Alloraa... la prima frase è stata detta da Jace in COG, e vorrei aggiungere che è la descrizione concreta e perfetta di Clary. La seconda, noto solo ora che è come se ci fosse botta e risposta tra i due, è stata detta da Clary in COB. La terza, è stata detta sempre da Clary e sempre in COB. La quarta, è stata detta da Jace in COB. La quinta, Jace, ma non ricordo il libro in cui lo disse. La sesta, non vorrei sbagliare ma è stata detta da Jace e la settima da Clary.
    Senza dubbio la scena più bella della mia ship preferita (CLACE) è quella alla Corte Seelie, quando Jace e Clary sono "obbligati" a baciarsi: <<...le braccia di Jace la circondarono, le sue mani si unirono tra i capelli di lei, e il bacio smise di essere delicato e divenne ardente, in un solo istante, come un'esca che divampa in una fiammata.>>

    RispondiElimina
  20. La scelta, benchè quasi scontata, non può che essere quella. I Clace.
    Jace è semplicemente perfetto e Clary non mi è mai stata antipatica, a volte sciocca forse, ma l'ho sempre adorata :)
    I Malec sono la mia seconda scelta, specialmente dopo CoHF. E se lo hai letto, non c'è bisogno che dica altro *___*
    In CoLS ci sono i miei quotes preferiti, non uso quelle di CoHF perchè sarebbe altamente ingiusto nei confronti di chi sta aspettando l'uscita italiana.
    Per cui...
    Ti ricordi - le disse lui - la prima volta che ci incontrammo, quando ti dissi che ero sicuro al novanta per cento che farti una runa non ti avrebbe uccisa? E tu mi rifilasti uno schiaffo, dicendomi che era per il restante dieci?
    Clary annuì.
    - Ho sempre pensato che mi avrebbe ucciso un demone. Un nascosto fuorilegge. Una battaglia. Ma poi ho capito che avrei potuto morire se non fossi riuscito a baciarti, e presto.
    - Be', lo hai fatto - rispose. - Mi hai baciato, voglio dire.
    - Non abbastanza - disse lasciando che la ciocca gli scivolasse fra le dita. - Se ti baciassi tutto i lgiorno, ogni giorno, per il resto della mia vita, non sarebbe ancora abbastanza.
    [...]
    - Ma non cambia quello che siamo l'uno per l'altra. E' come se alla mia anima fosse sempre mancato un pezzo. Quel pezzo è dentro di te, Clary. Una volta ricordo di averti detto che, Dio o non Dio, noi siamo soli. Ma quando ci sei tu, io non lo sono.

    RispondiElimina
  21. I miei preferiti sono Magnus e Alec perché introducono la tematica del l'omosessualità e non solo, alec è un Nephilim, Magnus uno stregone e appartengono a 2 mondi diametralmente opposti: il primo figlio dell'angelo Raziel, il secondo figlio di Lilith madre di tutti i demoni. Nonostante questo si amano e le loro diversità sono la loro forza, non la loro debolezza. È così che dovrebbe essere ogni amore sia etero che omosessuale, non importa il sesso, non importa la razza l'amore è capace di avvicinare mondi lontani che altrimenti non si sarebbero mai incontrati.

    RispondiElimina
  22. Clary e Jace, però sarà interessante seguire gli sviluppi delle varie relazioni, speriamo che la Clare ce ne parli!

    RispondiElimina
  23. la mia ship preferita è sicuramente la clace.
    una delle scene che ho adorato è stata la parte finale di City of Lost Souls:
    — Il mio cuore è il tuo cuore — le disse. — Le mie mani sono le tue mani.
    Gli occhi di Jace erano color del miele mentre scorrevano lentamente su e giù
    lungo il corpo di lei, come se la vedesse per la prima volta da quando era
    entrata in infermeria. Partivano dai capelli arruffati dal vento e scendevano fino
    agli stivali, poi ricominciavano da capo. Quando i loro sguardi si incrociarono di
    nuovo, Clary aveva la bocca asciutta.
    — Ti ricordi — le disse lui — la prima volta che ci incontrammo, quando ti
    dissi che ero sicuro al novanta per cento che farti una runa non ti avrebbe
    uccisa? E tu mi rifilasti uno schiaffo, dicendomi che era per il restante dieci?
    Clary annuì.
    — Ho sempre pensato che mi avrebbe ucciso un demone — riprese Jace. —
    Un Nascosto fuorilegge. Una battaglia. Ma poi ho capito che avrei potuto morire
    se non fossi riuscito a baciarti, e presto.
    Clary si passò la lingua sulle labbra secche. — Be’, lo hai fatto — rispose. —
    Mi hai baciata, voglio dire.

    Ce ne sono moltissime altre, ma mi dilungherei troppo çç
    Comunque magnifico post, chissà che faticaccia scriverlo ahaha
    Non sto nella pelle per l'avvicinarsi della fatidica data,sono troppo emozionata/ spaventata! Ma sono anche sicura che sarà un finale spettacolare, degno di questa saga e della nostra cara e amata Cassie(?).

    RispondiElimina
  24. Bliiiss, ma quanto ci hai messo a scrivere questo post? o.o
    Cominciamo con il 'Chi lo ha detto a chi' (?)
    Clary: Jace,non ricordo a chi, in città di vetro
    Jace: Clary a Jace, ma non ricordo in quale libro, ma penso in CoA
    Simon: lo pensa Clary, città di ossa, mi sembra
    Isabelle: mi sembra Jace a Clary in città di ossa
    Alec: Jace, città di vetro, mentre parla con lui
    Magnus: lui stesso a Alec
    Sebastian: lui stesso a Clary in città delle anime perdute, credo
    Bene, bene, bene.. Come faccio a sceglire UN personaggio preferito? Mmh.. vediamo. Penso Jace, o forse Magnus, o Alec, non so! Comunque, resta il fatto che Sebastian è il mio 'cattivo' preferito *^*
    Io shippo tantissimo Clace e Malec, soprattutto quest'ultima coppia *^* Dire che li adoro, sarebbe pochissimo *^*

    "-Ma.. - Maia, che ancora osservava Alec e Magnus, s'interruppe e inarcò le sopracciglia. Simon si girò per vedere cosa stesse guardando e.. rimase a bocca aperta.
    Alec aveva abbracciato Magnus e lo stava baciando. Magnus sembrava in stato di shock ed era impietrito. Diversi gruppi di persone, Cacciatori e Nascosti, li fissavano mormorando. [...]" -CoG
    E' la prima scena che mi è venuta in mente, ahaha.
    Va bene, basta, ho scritto abbastanza, ahaha.

    RispondiElimina
  25. Bliss! Post fantastico!!! Adoro le immagini della Jean, riesce a rendere perfettamente tutti i personaggi! (Will soprattutto, anche se in questo blogtour non ci rientra non posso fare ameno di pensare a lui <3 )
    Le citazioni che hai inserito nella presentazione di ogni personaggio mi sono piaciute moltissimo, questa soprattutto "Smettila. [...] Se sei arrabbiato, dillo e basta. Non fare come se niente ti potesse mai toccare. È come se non provassi mai nulla.» la adoro, riassume perfettamente Jace (almeno come era nei primi libri). E in riferimento alla tua domanda se non sbaglio è Clary a pronunciarla in CoA o nel seguito, ora non ricordo...
    Stupendo anche il pezzo che hai scritto sulle Ship..io sono clace forever :) sono sempre più smaniosa di leggere gli ultimi due libri! =D

    RispondiElimina
  26. Post meraviglioso, wow complimenti! Amo la Clare, amo il mondo che ha creato, amo ogni personaggio, buono o cattivo che sia. Chi più chi meno, ovviamente.
    Il mio personaggio preferito...è difficile sceglierne uno solo. C'è Jace, che l'ho amato praticamente fin dall'inizio. Poi c'è Clary, che ho inziato ad amare e ammirare davvero un pò più tardi. Come anche tu hai detto, lei in particolare ha subito un'evoluzione più che evidente, è cresciuta libro dopo libro sempre di più, arrivando ad essere quella che ora considero uno dei miei personaggi femminili preferiti in assoluto. Amo il suo coraggio e la sua determinazione, proprio come Jace. Poi oltre a Jace e Clary, c'è anche Magnus, che è praticamente impossibile da non amare, e parlo sia per TMI sia per TID. Non saprei proprio scegliere tra questi 3 personaggi.
    Per quanto riguarda le ship invece, al primo posto ci sono sicuramente i Clace, non c'è scusa che tenga, il mio cuore da fangirl non riesce a resistere a loro. Sono capaci di farmi sclerare e/o piangere (non sto pensando alla morte di Jace, nono) come non mai! Ci sono un sacco di scene di loro due insieme che amo, quella che mi ha fatto innamorare di loro in CoB in cui Clary passa uno schiaffo a Jace "per l'altro 10%" ad esempio, ma dovendone citare una soltanto ho scelto questa tratta da CoG:
    " [...]- Anch'io non voglio nessuno tranne te.- Un trasalimento nel respiro di Jace la confortò un poco. Lentamente, Jace si tirò sui gomiti. Ora la guardava dall'alto e la sua espressione era cambiata: c'era qualcosa che Clary non aveva mai visto prima, una luce spenta, quasi mortale, nei suoi occhi. Jace fece scorrere le dita dalla guancia alle labbra di Clary e ne tracciò il profilo con la punta di un dito.- Forse- le disse- ora dovresti dirmi di non fare così.- Ma lei non disse niente. Non voleva dirgli di smettere. Era stanca di dire di no a Jace, di non permettersi mai di sentire ciò che tutto il suo cuore voleva che sentisse. A qualsiasi costo. Lui si chinò, posò le labbra sulla sua guancia, la sfiorò leggermente. E quel tocco, seppur leggero, le diede una scossa a tutte le terminazioni nervose; una scossa che la fece tremare in tutto il corpo.- Se vuoi che mi fermi, dimmelo adesso- sussurrò Jace. Ma lei continuò a non dire nulla. Lui le sfiorò con le labbra la tempia.- O adesso.- Seguì la linea dello zigomo.- O adesso.- Ora le sue labbra erano su quelle di Clary.- O...- Ma lei l'avevo preso e l'aveva attratto a sè, e le sue parole si persero sulle sue labbra. Jace la baciò con delicatezza, con attenzione, anche se non era la delicatezza che Clary voleva, non ora, non dopo tutto questo tempo. Strinse i pugni sulla sua camicia tirandolo forte verso di sé. Jace gemette piano, in fondo alla gola, poi le sue braccia la avvolsero, la strinsero, e rotolarono insieme sull'erba, avvinghiati l'uno all'altra, protraendo ancora quel bacio. [...]" Mi scuso per la chilometrica citazione, ma è colpa dell'effetto che mi fanno questi due insieme *-*.
    Immediatamente dopo i Clace, per me, ci sono i Malec, teneri loro che litigano come due sposini! Speriamo solo che la cosa si risolva in CoHF, ho un pò di paura in realtà, per loro, e per Simon, che è un altro personaggio che adoro. Ho un brutto presentimento, speriamo che mi sbagli. Confido nella Clare.
    Arrivando alle citazioni che hai inserito e al "Chi ha detto a chi" la citazione utilizzata per Clary l'ha detta Jace a Simon, in CoG se non sbaglio. Quella che riguarda Jace invece l'ha detta Clary a Jace in CoB. Quella che riguarda Simon è un pensiero di Clary nel primo o nel secondo libro, non ricordo bene. Quella di Elizabeth l'ha detta Jace a Clary in CoB. Quella di Alec l'ha detta Jace a Alec in CoB. Quella di Magnus l'ha detta Alec a Magnus in CoLS e infine la citazione su Sebastian è uno scambio di battute tra lui e Clary in CoLS. Spero di non aver sparato cavolate.
    Grazie per questa magnifica tappa ^-^

    RispondiElimina
  27. Bellissimo questo post!! *-* Non mi ero accorta che questi personaggi mi mancassero COSI' tanto!! E bellissime anche tutte le frasi che hai scelto!! *-* Sinceramente non riesco a ricordare di tutte da chi siano state pronunciate e da che libro provengano (ci sarebbe stata una rilettura della saga), quindi dovrei andarmele a cercare, ma in tutta sincerità non ne ho proprio il tempo!! :(
    Ovviamente la mia ship preferita è la Clace, ma adoro anche la Sizzy e Maya e Jordan...dolciii!! *-*

    RispondiElimina
  28. Ho una domanda ... perché nonostante io abbia commentato tutte le tappe e compilato il form di volta in volta il "punteggio" mi si è bloccato a 12/28? quando in realtà dovrebbe essere di 20/28?

    RispondiElimina
  29. Ciao...arrivo adesso...nemmeno io ricordo chi ha detto cosa...dovrei ririleggere la saga e sinceramente non me la sento molto...la mia scena preferita è stata quella in city of Glass...quando jace entra nella stanza di clary e dormono insieme...awwwww...*_______________* le mie ship sono la clace e la malec @wwwwwwwwww@

    RispondiElimina

Ti è piaciuto il mio post? Daaaai, lascia un commento, sarei davvero contenta di sapere che ne pensi! *^*